Segui

Come eseguire la Comunicazione Dati Fatture - Spesometro 2017

Sommario
In base alle nuove normative per gli adempimenti fiscali 2017, è stata rilasciata la nuova versione di Mago.Net 3.14, che contiene la nuova procedura predisposta per consentire l'invio della Comunicazione Dati Fatture - Spesometro 2017.
La comunicazione riguarda sia le fatture emesse che quelle di acquisto registrate nel corso di ciascun semestre (semestrale per il 2017, trimestrale per gli anni successivi), per il primo semestre 2017 l’invio è previsto per il 18/09/2017.
Se si è aderito all'agevolazione 2017 opzione D.Lgs. 127/2015, opzione esercitabile fino al 31/03/2017 si può scegliere se inviare o meno nella comunicazione anche le fatture inviate in forma elettronica.
Nel presente articolo viene descritto come utilizzare la procedura per eseguire la Comunicazione Dati Fatture.
Per ulteriori informazioni sul nuovo adempimento fiscale e sulla nuova versione di Mago.Net si consiglia di consultare gli articoli:

Indice

Premesse:

Impostazioni per la comunicazione:

Preparazione ed invio dati per la comunicazione:

Domande\risposte ricorrenti:

 

Prerequisiti per utilizzare la procedura di invio comunicazione
Per avere la nuova versione di Mago.Net, che implementa la nuova procedura per l'invio della comunicazione dati fatture, è necessario eseguire le operazioni commerciali\tecniche di seguito elencate:

  • acquistare l'attivazione del nuovo modulo CADI (Comunicazioni Analitica Dati IVA), tramite il Consulente Antos di riferimento e il reparto Amministrazione Antos; questo modulo consente l'invio della Comunicazione Dati Fatture e Liquidazione IVA, automaticamente viene disabilitato il modulo Spesometro;
  • aggiornare Mago.Net alla versione 3.14 ed attivare il nuovo modulo "Comunicazioni Digitali" che contiene la procedura di invio comunicazione dati fatture; l'aggiornamento del programma viene eseguito dal Consulente Antos di riferimento;
  • eseguire le impostazioni illustrate nel corso del presente articolo, avvalendosi se necessario dell'assistenza del Consulente Antos di riferimento e del reparto Helpdesk Antos.

 

Quali dati e quando devono essere inviati con la comunicazione?
La comunicazione riguarda sia i documenti emessi e ricevuti registrati nel corso di ciascun semestre (esercizio 2017).
Per il primo semestre 2017 l’invio è previsto per il 18/09/2017, per il secondo semestre 2017 l'invio è previsto per il 28/02/2018.
A partire dall'esercizio 2018 la comunicazione è trimestrale.
Se si è aderito all'agevolazione 2017 opzione D.Lgs. 127/2015, opzione esercitabile fino al 31/03/2017, si può scegliere se inviare o meno anche le fatture inviate in forma elettronica.

 

Che cosa consente di fare la procedura di invio comunicazione?
La procedura su Mago.Net per eseguire l'invio della comunicazione dati fatture consente di:

  • preparare l’invio della comunicazione estraendo i documenti emessi o ricevuti di un determinato periodo non ancora inviati con la possibilità di escludere determinati soggetti (quelli per documenti riepilogativi e quelli che intenzionalmente si vuole escludere dalla comunicazione) e le fatture inviate elettronicamente dall'invio di questa comunicazione;
  • intervenire in modifica delle comunicazioni prima dell’invio per eliminare dei documenti dall’elenco, se necessario;
  • eliminare le comunicazioni non inviate, nel caso occorre rigenerarle;
  • controllare i dati mancanti prima dell’invio:
    • per i Modelli Contabili delle fatture presenti nelle comunicazioni privi del dato Tipo documento Contabile;
    • per i Codici IVA delle fatture presenti nelle comunicazioni senza percentuale e privi del dato Natura IVA;
  • nella scheda "Riferimenti Incrociati" presente sulle maschere dei documenti emessi/ricevuti è visibile la comunicazione in cui lo stesso è confluito.

 

Parametri generali per l'invio della comunicazione
Prima di eseguire la procedura di invio della comunicazione occorre:

  1. andare nella voce di menù in [Parametri e Servizi > Parametri > Comunicazioni Digitali > Parametri Comunicazioni Digitali];
  2. premere sul pulsante "Modifica" Modifica.png (Ctrl-Enter); 
  3. nella maschera visualizzata, posizionarsi nella scheda "Generale" e verificare che sia impostata la spunta sul campo "Usa CADIWEB";
  4. spostarsi nella scheda "CADI/CADIWEB" e in funzione se si è aderito all'agevolazione 2017 opzione D.Lgs. 127/2015, per scegliere se inviare o meno anche le fatture inviate in forma elettronica, impostare la spunta sul campo "Includi fatture inviate in forma elettronica".
    E' possibile indicare anche il numero massimo di documenti IVA che possono essere memorizzati per ciascuna comunicazione (non si tratta di un limite del tracciato di invio) il valore proposto di default è "1000"; il valore minimo che si può indicare nel campo è "1" ed il valore massimo è "32767". Si consiglia di lasciare il valore "1000" proposto di default.
  5. eseguire le opportune impostazioni e premere sul pulsante "Salva" Salva.png (F10) per confermarle;
  6. premere sul pulsante "Fine" Fine.png (Ctrl-F4) per chiudere la maschera.

Le suddette impostazioni ed anche quelle presenti nella scheda "Digital HUB", vengono eseguite con il Consulente Antos al momento dell'installazione\configurazione del modulo "Comunicazioni Digitali" che contiene la procedura di invio comunicazione dati fatture.

 

Come impostare i dati in anagrafica azienda per l'invio della comunicazione
Nella comunicazione dati fatture è necessario riportare le informazioni relative all'anagrafica dell'azienda, a tale scopo è necessario compilare prima dell'invio un'apposita scheda in anagrafica azienda.
Seguire le indicazioni di seguito riportate:

  1. andare nella voce di menù in [Anagrafiche > Azienda > Azienda];
  2. premere sul pulsante "Modifica" Modifica.png (Ctrl-Enter); 
  3. posizionarsi nella scheda "Comunicazioni Digitali";
  4. indicare i dati relativi al "Rappresentate Fiscale" negli appositi campi, il rappresentante fiscale va indicato solo se l'azienda opera all'estero;
  5. i campi nel riquadro "Trasmittente" devono indicare il Codice Identificativo Fiscale e la Partita IVA Zucchetti 05006900962 (se attivo Cadiweb) soggetto cedente prestatore. Indicare la "Sede Stabile Organizzazione" nel relativo campo, per inserire questa informazione occorre aver prima censito la sede nella scheda "Altre sedi" sempre nella maschera dell'anagrafica azienda; è necessario che nella sede sia indicato anche il Codice ISO Stato, in quanto anche questo dato viene inviato nella comunicazione;
  6. i campi nel riquadro "Terzo Intermediario" devono essere compilati in base al tipo Firma HSM Zucchetti acquistata: se è presente la delega a Zucchetti, che diventa anche firmatario dei documenti, allora andranno indicati la Partita IVA con il codice ISO Stato e ragione sociale Zucchetti;
  7. completare l'inserimento delle altre informazioni richieste\necessarie presenti nella scheda;
  8. premere sul pulsante "Salva" Salva.png (F10) per confermare le impostazioni;
  9. premere sul pulsante "Fine" Fine.png (Ctrl-F4) per chiudere la maschera.

I campi in oggetto sono da indicare poiché rientranti nella comunicazione, la Sede Stabile Organizzazione nel caso di cedente/prestatore non residente, ma che esercita la propria attività economica nel territorio italiano, sia i dati del Rappresentante Fiscale in italia. 

Come impostare i dati in anagrafica clienti\fornitori per l'invio della comunicazione
Nella comunicazione dati fatture è necessario riportare le informazioni relative all'anagrafica dei clienti e fornitori, a tale scopo è necessario compilare prima un'apposita scheda in anagrafica dei clienti e fornitori.
Seguire le indicazioni di seguito riportate per inserire le informazioni richieste in anagrafica clienti:

  1. andare nella voce di menù in [Anagrafiche > Clienti > Clienti];
  2. premere sul pulsante "Modifica" Modifica.png (Ctrl-Enter); 
  3. posizionarsi nella scheda "Comunicazioni Digitali";
  4. indicare i dati relativi al "Rappresentate Fiscale" negli appositi campi;
  5. indicare la "Sede Stabile Organizzazione" nel relativo campo, per inserire questa informazione occorre aver prima censito la sede nella scheda "Altre sedi" sempre nella maschera dell'anagrafica cliente; è necessario che nella sede sia indicato anche il Codice ISO Stato, in quanto anche questo dato viene inviato nella comunicazione.
    I campi in oggetto nei punti 4-5 sono da indicare poiché rientranti nella comunicazione, la Sede Stabile Organizzazione nel caso di cedente/prestatore non residente, ma che esercita la propria attività economica nel territorio italiano, sia i dati del Rappresentante Fiscale in italia.
  6. se necessario, impostare la spunta nel campo "Soggetto per documenti riepilogativi" in testa alla maschera dell'anagrafica fornitore, come per esempio nel caso delle schede carburanti. Il campo è presente anche in anagrafica clienti. I documenti IVA dei soggetti, nella cui anagrafica hanno impostata questa spunta, non vengono inclusi nella comunicazione;
  7. impostare la spunta nel campo "Non in Comunicazione IVA" in testa alla maschera dell'anagrafica cliente, per escludere i documenti IVA del soggetto dalla comunicazione;
    Immagine2.png
  8. premere sul pulsante "Salva" Salva.png (F10) per confermare le impostazioni;
  9. premere sul pulsante "Fine" Fine.png (Ctrl-F4) per chiudere la maschera.

Le indicazioni sopra riportate sono valide anche per l'anagrafica dei fornitori.

 

Codificare il dato "Tipo Documento Contabile" che deve essere incluso nella comunicazione
Nelle informazioni contenute nella comunicazione deve essere presente anche il dato relativo al Tipo Documento Contabile per ciascun documento IVA. Il Tipo Documento Contabile identifica nella comunicazione la tipologia di ogni documento IVA: Fattura, Nota di credito ...
Nel presente paragrafo viene indicato come verificare se questa codifica è già stata importata con l'aggiornamento del programma, altrimenti viene indicato come inserirla manualmente.

- Come verificare se la codifica del "Tipo Documento Contabile" è presente:

  1. andare nella voce di menù in [Parametri e Servizi > Parametri > Comunicazioni Digitali > Codifica Comunicazioni Digitali];
  2. premere sul pulsante di "Cerca specifico" Cerca-specifico.png (F3);
  3. selezionare la voce "Tipo Documento Contabile" nel campo "Tipo";
  4. premere sul pulsante "Radar" Radar.png (F7);
  5. se viene visualizzato il seguente elenco mostrato nell'immagine sotto, allora la codifica del Tipo Documento Contabile è presente sul programma;
    Codifica-Tipo-Documento-Contabile.png
  6. premere sul pulsante con la "x" nell'angolo in alto a destra della maschera del radar per chiuderlo;
  7. premere sul pulsante "Fine" Fine.png (Ctrl-F4) per chiudere la maschera.

- Come inserire la codifica del "Tipo Documento Contabile" se non già presente:

  1. andare nella voce di menù in [Parametri e Servizi > Parametri > Comunicazioni Digitali > Codifica Comunicazioni Digitali];
  2. premere sul pulsante "Nuovo" Nuovo.png (F2);
  3. selezionare la voce "Tipo Documento Contabile" nel campo "Tipo";
  4. indicare il "Codice" e la descrizione nei rispettivi campi;
  5. premere sul pulsante "Salva" Salva.png (F10);
    Immagine1.png
  6. ripetere i punti dal 2 al 5 per ogni codifica che deve essere censita;
  7. premere sul pulsante "Fine" Fine.png (Ctrl-F4) per chiudere la maschera.

Di seguito è riportato un elenco di tutte le codifiche Tipo Documento Contabile che devono essere censite.

Codice Descrizione
TD01 Fattura
TD04 Nota di credito
TD05 Nota di debito
TD07 Fattura semplificata
TD08 Nota di credito semplificata
TD10 Fattura per acquisto intracomunitario beni
TD11 Fattura per acquisto intracomunitario servizi

Nel prossimo paragrafo "Come predisporre l'anagrafica dei Modelli Contabili per l'invio della comunicazione" viene illustrato come impostare il Tipo Documento Contabile.

 

Come predisporre l'anagrafica dei Modelli Contabili per l'invio della comunicazione
Prima di procedere alla comunicazione dati fatture è necessario indicare in anagrafica dei Modelli Contabili il Tipo Documento Contabile, in quanto questa informazione deve essere inclusa nella comunicazione.
Il Tipo Documento Contabile deve essere impostato nei Modelli Contabili relativi a documenti IVA delle vendite\acquisti.
Seguire le indicazioni di seguito riportate:

  1. andare nella voce di menù in [Contabilità > Tabelle > Modelli Contabili > Modelli Contabili];
  2. premere sul pulsante di "Cerca specifico" Cerca-specifico.png (F3);
  3. premere sul pulsante "Radar" Radar.png (F7);
  4. selezionare un Modello Contabile con un doppio clic con il tasto sinistro del mouse e visualizzare la relativa anagrafica;
  5. posizionarsi nella scheda "Comunicazioni Digitali";
  6. indicare nel campo "Tipo Documento Contabile" il codice richiesto, se il dato è già presente verificare che sia impostato correttamente;
  7. premere sul pulsante "Salva" Salva.png (F10) per confermare le impostazioni;
  8. ripetere i punti dal 2 al 7 per ogni Modello Contabile in cui deve essere indicato il Tipo Documento Contabile;
  9. premere sul pulsante "Fine" Fine.png (Ctrl-F4) per chiudere la maschera.

 

Codificare il dato "Natura IVA" che deve essere incluso nella comunicazione
Nelle informazioni contenute nella comunicazione deve essere presente anche il dato relativo alla Natura IVA per i Codici IVA senza percentuale. La Natura IVA identifica nella comunicazione i Codici IVA senza percentuale, che altrimenti non potrebbero essere identificati: esenti, non imponibili ...
Nel presente paragrafo viene indicato come verificare se questa codifica è già stata importata con l'aggiornamento del programma, altrimenti viene indicato come inserirla manualmente.

- Come verificare se la codifica della "Natura IVA" è presente:

  1. andare nella voce di menù in [Parametri e Servizi > Parametri > Comunicazioni Digitali > Codifica Comunicazioni Digitali];
  2. premere sul pulsante di "Cerca specifico" Cerca-specifico.png (F3);
  3. selezionare la voce "Natura IVA" nel campo "Tipo";
  4. premere sul pulsante "Radar" Radar.png (F7);
  5. se viene visualizzato il seguente elenco mostrato nell'immagine sotto, allora la codifica della Natura IVA è presente sul programma;
    Codifica-Natura-IVA.png
  6. premere sul pulsante con la "x" nell'angolo in alto a destra della maschera del radar per chiuderlo;
  7. premere sul pulsante "Fine" Fine.png (Ctrl-F4) per chiudere la maschera.

- Come inserire la codifica della "Natura IVA" se non già presente:

  1. andare nella voce di menù in [Parametri e Servizi > Parametri > Comunicazioni Digitali > Codifica Comunicazioni Digitali];
  2. premere sul pulsante "Nuovo" Nuovo.png (F2);
  3. selezionare la voce "Natura IVA" nel campo "Tipo";
  4. indicare il "Codice" e la descrizione nei rispettivi campi;
  5. premere sul pulsante "Salva" Salva.png (F10);
    Immagine1a.png
  6. ripetere i punti dal 2 al 5 per ogni codifica che deve essere censita;
  7. premere sul pulsante "Fine" Fine.png (Ctrl-F4) per chiudere la maschera.

Di seguito è riportato un elenco di tutte le codifiche Natura IVA che devono essere censite.

Codice Descrizione
N1 escluse ex art. 15
N2 non soggette
N3 non imponibili
N4 esenti
N5 regime del margine
N6 Inversione contabile (reverse charge)
N7 IVA assolta in altro stato UE

Nel prossimo paragrafo "Come predisporre l'anagrafica dei Codici IVA per l'invio della comunicazione" viene illustrato come impostare la Natura IVA.

 

Come predisporre l'anagrafica dei Codici IVA per l'invio della comunicazione
Prima di procedere alla comunicazione dati fatture è necessario indicare in anagrafica dei Codici IVA senza percentuale la Natura IVA, in quanto questa informazione deve essere inclusa nella comunicazione.
Seguire le indicazioni di seguito riportate:

  1. andare nella voce di menù in [Anagrafiche > Tabelle > Codici IVA > Codici IVA];
  2. premere sul pulsante di "Cerca specifico" Cerca-specifico.png (F3);
  3. premere sul pulsante "Radar" Radar.png (F7);
  4. selezionare un codice IVA senza percentuale con un doppio clic con il tasto sinistro del mouse e visualizzare la relativa anagrafica;
  5. posizionarsi nella scheda "Comunicazioni Digitali";
  6. indicare nel campo "Natura IVA" il codice richiesto;
  7. premere sul pulsante "Salva" Salva.png (F10) per confermare le impostazioni;
  8. ripetere i punti dal 2 al 7 per ogni codice IVA in cui deve essere indicata la Natura IVA;
  9. premere sul pulsante "Fine" Fine.png (Ctrl-F4) per chiudere la maschera.

 

Come preparare i dati per l'invio della Comunicazione Dati Fatture
In questo paragrafo viene descritto come procedere alla preparazione dei dati per l'invio della Comunicazione Dati Fatture.
Seguire la indicazioni di seguito riportate:

  1. andare nella voce di menù in [Comunicazioni Digitali > Comunicazione Analitica Dati IVA > Dati Fatture > Preparazione Comunicazione Dati Fatture];
  2. nella scheda "Selezioni" della maschera visualizzata è possibile eseguire i filtri per:
    • "Periodo" -> Dalla data\Alla data;
    • "Tipo Documenti" -> selezionare il tipo documenti da inviare: "Vendite" e "Acquisti";
    • "Registro IVA" -> è possibile selezionare tutti i registri IVA, spuntando il campo "Tutti"  o solo quelli selezionati spuntando il campo "Selezione" e selezionando l'intervallo utilizzando i campi "Da...\A...";
    • "Nr. Documento" -> è possibile selezionare tutti i documenti, spuntando il campo "Tutti"  o solo quelli selezionati spuntando il campo "Selezione" e selezionando l'intervallo utilizzando i campi "Da...\A..."
    • "Nr. Protocollo" -> è possibile selezionare tutti i documenti, spuntando il campo "Tutti"  o solo quelli selezionati spuntando il campo "Selezione" e selezionando l'intervallo utilizzando i campi "Da...\A..."
      Immagine3.png
  3. dopo aver impostato i filtri premere sul pulsante di "Esecuzione" Esecuzione.png (Alt-F9) per lanciare l'estrazione dei documenti;
  4. al termine dell'elaborazione, la maschera della procedura si posiziona automaticamente sulla scheda "Riferimenti Incrociati" dove vengono visualizzati i risultati dell'estrazione dei documenti;
    Immagine4.png
  5. è possibile verificare nel dettaglio i dati estratti:
    • premendo con un doppio clic del tasto sinistro del mouse sulla voce "Comunicazione Dati Fatture Nr. ..." viene visualizzato il documento relativo alla comunicazione dati elaborata;
    • premendo con un doppio clic del tasto sinistro del mouse sulla voci "Documento Contabile Fattura ..." viene visualizzato il movimento contabile di prima nota del documento selezionato;
  6. premere sul pulsante "Fine" Fine.png (Ctrl-F4) per chiudere la maschera.

Di seguito sono elencati i criteri di estrazione della procedura di preparazione dati per l'invio della Comunicazione Dati Fatture:

  • vengono estratti i documenti contabili con natura definitiva;
  • vengono estratti i documenti contabili con registro IVA vendite o registro IVA Corrispettivi a scorporo o registro IVA Corrispettivi a ventilare se si è impostato di estrarre i documenti di tipo vendita nei filtri al lancio della procedura;
  • vengono estratti i documenti contabili con registro IVA Acquisti se si è impostato di estrarre i documenti di tipo acquisto nei filtri al lancio della procedura;
  • dai registri Corrispettivi a scorporo e Corrispettivi da ventilare vengono estratte solo le registrazioni contabili con indicato il codice cliente;
  • sono esclusi i documenti emessi\ricevuti relativi a clienti\fornitori nelle cui anagrafiche è stata impostata la spunta sul campo "Soggetti per documenti riepilogativi" o è stata impostata la spunta sul campo "Non in Comunicazione IVA";
  • se viene abilitata la spunta del parametro "Includi fatture inviate in forma elettronica", vedere in merito il paragrafo precedente "Parametri generali per l'invio della comunicazione", vengono estratte anche le fatture inviate in forma elettronica, se invece la spunta non viene impostata le fatture inviate in forma elettronica non vengono inviate con la comunicazione dati fatture;
  • i documenti IVA estratti dalla procedura vengono ordinati per codice cliente\fornitore e per data competenza IVA;
  • se il numero di documenti IVA estratti dalla procedura supera il numero massimo di documenti IVA memorizzabili per ciascuna comunicazione; viene creata una nuova comunicazione;
  • se il numero di documenti IVA estratti dalla procedura supera il numero massimo di 1000 clienti\fornitori; viene creata una nuova comunicazione; 
  • il campo "Tipo Comunicazione" viene impostato con il valore "DTE Documenti Emessi" se al lancio della procedura di preparazione dati per la comunicazione è stato impostato di estrarrei i documenti di vendita (emessi);
  • il campo "Tipo Comunicazione" viene impostato con il valore "DTR Documenti Ricevuti" se al lancio della procedura di preparazione dati per la comunicazione è stato impostato di estrarrei i documenti di acquisto (ricevuti);
  • ad ogni comunicazione di invio dati fatture che viene preparata viene associato un numero progressivo di numerazione automatica, le cui cifre iniziali sono composte dall'anno di riferimento, esempio: 17001;

 

Come visualizzare i dati generati con la procedura di "Preparazione Comunicazioni Dati Fatture"
Per verificare ed eventualmente modificare i dati generati dalla procedura di "Preparazione Comunicazioni Dati Fatture" è sufficiente seguire le indicazioni sotto riportate:

  1. andare nella voce di menù in  [Comunicazioni Digitali > Comunicazione Analitica Dati IVA > Dati Fatture > Comunicazione Dati Fatture];
  2. premere sul pulsante di "Cerca specifico" Cerca-specifico.png (F3);
  3. premere sul pulsante "Radar" Radar.png (F7);
  4. selezionare la Comunicazione Dati Fatture desiderata con un doppio clic con il tasto sinistro del mouse;
  5. i dati di testa della maschera della comunicazione visualizzata sono:
    • "Numero" -> numero progressivo della comunicazione dati fatture;
    • "Tipo Comunicazione" -> il tipo di comunicazione può essere: "DTE Documenti Emessi" e "DTR Documenti Ricevuti";
    • "Data Preparazione" -> data in cui è stata preparata la comunicazione con l'apposita procedura;
    • "Data Invio" -> data di invio della comunicazione;
    • "Stato Invio" -> indica lo stato della comunicazione, esempio: "Bozza/Non inviata";
    • "Dalla data" e "Alla data" -> le due date indicano il periodo di tempo selezionato al lancio della procedura di preparazione dati per la comunicazione;
    • "ID File" -> ID File della comunicazione, che ritorna dall'esito di notifica, necessario per rettificare\annullare;
  6. nella scheda "Dettaglio" sono indicati i dati dei documenti estratti con la comunicazione, premendo con un doppio clic del tasto sinistro del mouse sul codice cliente\fornitore è possibile visualizzare la relativa anagrafica, premendo con un doppio clic del tasto sinistro del mouse sulla "Data Reg." è possibile visualizzare il relativo movimento contabile di prima nota del documento;
  7. nella scheda "Dettaglio", se lo stato della comunicazione è in "Bozza/Non inviata" è possibile eliminare le righe selezionate nella griglia premendo sul pulsante "Cancella la corrente riga" in basso a sinistra della maschera, al fine di escludere i documenti che non devono essere inviati nella comunicazione;
  8. nella scheda "Event Viewer" è visualizzato lo storico degli eventi relativi alla comunicazione in ordine decrescente.
    Immagine8.png
  9. premere sul pulsante "Salva" Salva.png (F10) per confermare le eventuali modifiche;
  10. premere sul pulsante "Fine" Fine.png (Ctrl-F4) per chiudere la maschera.

 

Come controllare i dati generati con la procedura di "Preparazione Comunicazioni Dati Fatture"
Per controllare i dati generati dalla procedura di "Preparazione Comunicazioni Dati Fatture" è sufficiente seguire le indicazioni sotto riportate:

  1. andare nella voce di menù in [Comunicazioni Digitali > Comunicazione Analitica Dati IVA > Dati Fatture > Controllo Documenti in Comunicazioni Dati Fatture];
  2. al lancio della stampa è possibile indicare i filtri illustrati nell'immagine sotto riportata;
    Immagine7.png
  3. la stampa visualizza i dati ordinati per comunicazione, codice cliente\fornitore e data competenza IVA, è possibile selezionare nei filtri di ordinare per ragione sociale clienti\fornitori anziché per codice clienti\fornitori;
  4. premendo una volta con il tasto sinistro del mouse sopra un numero della colonna "Nr. Com." (Numero Comunicazione) è possibile visualizzare la maschera della relativa Comunicazione Dati Fatture;
  5. premendo una volta con il tasto sinistro del mouse sopra una data della colonna "Data Competenza IVA" è possibile visualizzare la maschera del relativo movimento contabile di prima nota del documento IVA;
  6. nella colonna "Controlli" vengono visualizzati gli eventuali messaggi di avviso nel caso di:
    • assenza del Tipo Documento Contabile sul Modello Contabile, vedere in merito il precedente paragrafo "Come predisporre l'anagrafica dei Modelli Contabili per l'invio della comunicazione";
    • assenza della Natura IVA nei Codici IVA utilizzati nel castelletto dei documenti aventi percentuale a zero, vedere in merito il precedente paragrafo "Come predisporre l'anagrafica dei Codici IVA per l'invio della comunicazione".
      E' possibile richiedere di stampare i soli documenti che presentano dei messaggi di controllo.
      I messaggi di avviso mostrati nella colonna "Controlli" evidenziano i casi di errore per i documenti IVA in cui non sono stati indicati i dati Tipo Documento Contabile e Natura IVA, consentendo così la sistemazione dei dati prima dell'invio;
  7. premere sul pulsante "Fine" Fine.png (Ctrl-F4) per chiudere la maschera.

Immagine9.png

 

Come procedere all'invio della Comunicazione Dati Fatture
In questo articolo sono descritte tutte le funzionalità per il completamento dei dati anagrafici, preparazione e controllo del contenuto della comunicazione, in modo da predisporsi all'invio.
Il test completo della fase di invio è ancora in corso con l’Agenzia delle Entrate, pertanto le funzioni di trasmissione dei dati fatture non sono ancora disponibilima verranno rese disponibili da Microarea (azienda che realizza Mago.Net) in questa versione di Mago.Net 3.14 presumibilmente entro il 28 luglio 2017.
Per aggiornare il componente di "Comunicazioni Digitali", ed avere così disponibili le funzioni di trasmissione dati, sarà sufficiente applicare un “pacchetto” a parte.
Dal momento che tutte le funzioni specifiche della Comunicazione Dati Fatture sono state scorporate dal nucleo centrale di Mago.Net in un componente indipendente “Comunicazioni Digitali”, il successivo aggiornamento di tale componente non modificherà la versione di Mago.Net, mantenendola perfettamente compatibile con i verticali e le personalizzazioni.
Sarà nostra premura fornire ulteriori informazioni in merito non appena il "pacchetto" sarà disponibile e completare le indicazioni di invio nel presente articolo.

Aggiornamento del 31/07/2017
In data 28/07/2017 è stato rilascio il pacchetto di installazione che completa le procedure di preparazione ed invio della Comunicazione Dati Fatture secondo le specifiche tecniche di invio.
Per chi ha già ricevuto l'aggiornamento di Mago.Net alla versione 3.14 sarà premura del Consulente Antos di riferimento di contattare l'azienda ed aggiornare l'installazione con il nuovo pacchetto di aggiornamento. Se invece l'aggiornamento a Mago.Net 3.14 non è stato ancora eseguito, quando verrà installato, sarà applicato contestualmente anche il pacchetto di aggiornamento.
Per inviare la comunicazione seguire le indicazioni di seguito riportate:

  1. andare nella voce di menù in [Comunicazioni Digitali > Comunicazione Analitica Dati IVA > Dati Fatture > Invio Comunicazioni Dati Fatture];
  2. impostare i filtri per:
    • "Data Preparazione" -> consente di filtrare un intervallo di tempo "Da\A" in base alla data di preparazione della comunicazione;
    • "Numero" -> consente di filtrare un intervallo di comunicazioni in base alla numerazione "Selezione" e "Da...\A..." oppure selezionare tutti i documenti di comunicazione "Tutte";
    • "Tipo Comunicazione" -> consente di filtrare per tutte le tipologie "Tutte" oppure in base dal tipo di comunicazione "Selezione":
      • "DTE Documenti Emessi" 
      • "DTR Documenti Ricevuti"
      • "DTE Rettifica Documenti Emessi"
      • "DTR Rettifica Documenti Ricevuti"
      • "Annullamento"
  3. premere sul pulsante "Estrai" per estrapolare le comunicazioni dati fatture da inviare, che vengono visualizzate nella griglia della maschera;
  4. nella griglia è possibile selezionare con la spunta nella colonna "Sel." le comunicazioni da inviare;
  5. premere sul pulsante "Genera" per creare il file da inviare tramite un intermediario, come per esempio il commercialista;
  6. oppure premere sul pulsante "Invia" per eseguire l'invio della comunicazione, operazione eseguibile solo nel caso in cui sia stato acquistato il servizio di invio CADIWEB - Digital HUB di Mago.Net\Zucchetti;
  7. premere sul pulsante "Fine" Fine.png (Ctrl-F4) per chiudere la maschera.

 

Come verificare lo stato di invio della comunicazione
La procedura di seguito descritta consente di eseguire un aggiornamento massivo dello stato delle varie Comunicazioni Dati Fatture già inviate al Digital HUB, nel caso in cui si invii direttamente la comunicazione con il servizio di Mago.Net\Zucchetti.
Per verificare lo stato di invio della Comunicazione Dati Fatture seguire le indicazioni sotto riportate:

  1. andare nella voce di menù in [Comunicazioni Digitali > Comunicazione Analitica Dati IVA > Dati Fatture > Aggiornamento Comunicazioni Documenti IVA];
  2. impostare i filtri per:
    • "Data Preparazione" -> consente di filtrare un intervallo di tempo "Da\A" in base alla data di preparazione della comunicazione;
    • "Data Invio" -> consente di filtrare un intervallo di tempo "Da\A" in base alla data di invio della comunicazione;
    • "Numero" -> consente di filtrare un intervallo di comunicazioni in base alla numerazione "Selezione" e "Da...\A..." oppure selezionare tutti i documenti di comunicazione "Tutte";
    • "Tipo Comunicazione" -> consente di filtrare per tutte le tipologie "Tutte" oppure in base dal tipo di comunicazione "Selezione":
      • "DTE Documenti Emessi" 
      • "DTR Documenti Ricevuti"
      • "DTE Rettifica Documenti Emessi"
      • "DTR Rettifica Documenti Ricevuti"
      • "Annullamento"
  3. premere sul pulsante "Esecuzione" Esecuzione.png (Alt-F9) per eseguire la procedura;
  4. vengono estrapolati nella griglia i dati della comunicazione inviata, visualizzando lo stato dell'invio e gli eventi di aggiornamento;
  5. premere sul pulsante "Fine" Fine.png (Ctrl-F4) per chiudere la maschera.

 

FAQ
Di seguito sono riportate le domande\risposte frequenti sull'argomento di invio della Comunicazione Dati Fatture.

Quesito 1
Domanda: Per i documenti IVA da includere nella comunicazione è necessario specificare il Tipo Documento Contabile, nel caso di Fatture di acquisto Intracomunitarie di beni il Tipo Documento Contabile da indicare è "TD10" e per le Fatture di acquisto Intracomunitarie di servizi è "TD11", ma nel caso di contemporaneità, in cui una fattura di acquisto è sia per beni che per servizi, quale Tipo Documento Contabile deve essere indicato?
Risposta: Nel caso in cui lo stesso documento fattura presenti dati riferiti sia a cessioni di beni che a prestazioni di servizi, l’elemento informativo Tipo Documento Contabile va valorizzato utilizzando un criterio di “prevalenza” legato all'importo delle cessioni e delle prestazioni degli elenchi intrastat. Pertanto, se il valore delle cessioni di beni è maggiore di quello delle prestazioni di servizi, si valorizzerà l’elemento informativo con il valore "TD10" e viceversa. Come stabilito dall'Agenzia delle Entrate, per i documenti ricevuti soggetti a reverse charge oltre agli importi di imponibile e imposta viene automaticamente comunicata anche la natura IVA N6 (inversione contabile). Condizione primaria l'utilizzo di modelli contabili di tipo reverse charge.

Quesito 2
Domanda: Chiediamo di chiarire come deve essere compilata la comunicazione in caso di fatture “cointestate”?
Risposta: Si ritiene non plausibile l’emissione di una fattura “cointestata” verso cessionario/committente soggetto passivo IVA (B2B). Nel caso di una fattura emessa nei confronti di un cessionario/committente non soggetto passivo (B2C), la compilazione della sezione “Identificativi Fiscali” andrà effettuata riportando i dati di uno solo dei soggetti.

Quesito 3
Domanda: Come si può leggere dall'estratto dal "Il sole 24 ore" sotto riportato, si chiede se e come il programma permette di gestire quanto indicato nel riquadro per la comunicazione delle bollette doganali?
Estratto dal "Il sole 24 ore": "Con riferimento alle bollette doganali, devono obbligatoriamente essere comunicati i dati del cedente/prestatore extracomunitario riportandoli nei campi "identificativo Paese" e "identificativo fiscale". Tuttavia, qualora nella registrazione sia stata inserita una sola anagrafica a fronte del fornitore "bolla doganale" e quindi non si dispone dei dati che devono essere riportati, l'agenzia delle Entrate ha precisato che, esclusivamente per le comunicazioni del periodo di imposta 2017, è possibile valorizzare, all'interno della sezione <CedentePrestatoreDTR>, l'elemento informativo <IdFiscaleIVA>\<IdPaese> con la stringa "OO" e l'elemento <IdFiscaleIVA>\<IdCodice> con una sequenza di undici "9". Particolari sono le modalità di trasmissione dei dati per le fatture emesse dagli autotrasportatori che si avvalgono della facoltà di differire la registrazione al trimestre successivo; in questo caso devono essere comunicati i dati con riferimento alla data della registrazione. Verrà segnalata l'incompatibilità della data di emissione con il periodo di riferimento, ma tale segnalazione non avrà alcun effetto sulle elaborazioni future."
Risposta: Il programma è perfettamente allineato con la normativa fiscale delle comunicazioni digitali.
"Al fine di non creare aggravi per i contribuenti che dispongono di software contabili che, ad oggi, hanno le limitazioni specificate nel quesito e nelle more di un loro rapido adattamento, si consente – solo con riferimento alle comunicazioni del periodo d’imposta 2017 – di valorizzare, all’interno della sezione <CedentePrestatoreDTR>, l’elemento informativo <IdFiscaleIVA>\<IdPaese> con la stringa “OO” e l’elemento <IdFiscaleIVA>\<IdCodice> con una sequenza di undici “9”". Occorre in anagrafica fornitore della dogana, impostare la spunta nel campo di testa "Dogana" e nella scheda "Comunicazioni Digitali" impostare nel campo "Codice ISO Stato" il valore "OO" (senza doppi apici) e nel campo "Codice Fiscale" il valore "99999999999" (senza doppi apici).

Quesito 4
Domanda: Come si può leggere dall'estratto dal "Il sole 24 ore" sotto riportato, si chiede se e come il programma permette di gestire quanto indicato per la comunicazione di fatture intracomunitarie ed in Reverse Charge?
Estratto dal "Il sole 24 ore": "Le fatture relative agli acquisti intracomunitari e le altre fatture di acquisto con l'applicazione della inversione contabile, devono essere riportate una sola volta nei documenti ricevuti e quindi la registrazione nel libro delle fatture emesse non deve trasmessa."
Risposta: Certamente, avvalendosi dell'utilizzo dei modelli contabili di default di tipo Reverse Charge totale o parziale: la Natura IVA prevista N6 passa in automatico come richiesto dalle specifiche tecniche dell'Agenzia delle Entrate.

Quesito 5
Domanda: E' possibile stampare una copia cartacea dei dati inviati con la Comunicazione Dati Fatture?
Risposta: E' possibile stampare i dati della comunicazione utilizzando le indicazioni di seguito riportate:
1) andare nella voce di menù [Comunicazioni Digitali > Comunicazione Analitica Dati IVA > Dati Fatture > Comunicazioni Dati Fatture];
2) richiamare la comunicazione, senza essere in stato di modifica della maschera;
3) premere sul triangolo nero a destra del pulsante "Funzioni Comunicazioni Digitali" Pulsante.png e premere sulla voce "Visualizza";
4) viene visualizzata una maschera con i dati della comunicazione;
5) selezionare tutti i dati e copiarli in un documento di testo per poi stamparli.

Quesito 6
Domanda: Cosa bisogna indicare nel codice fiscale o partita IVA per il cliente fittizio che tipicamente viene inserito nelle ricevute fiscali?
Risposta: Nella comunicazione dati fatture devono essere comunicate tutte le fatture emesse e ricevute.
Quindi, di conseguenza, le ricevute fiscali, non essendo fatture intestate, non vanno comunicate.
Se vengono estratte insieme alle fatture, può dipendere dal modo e dalla causale impiegata nella registrazione. Per escludere questi clienti fittizi, basta impostare la spunta sul campo "Non in comunicazione IVA" presente in testa alla maschera dell'anagrafica clienti.

 

Altre domande? Invia una richiesta

Commenti

  • Avatar
    Mauro Recanatesi

    Aggiornamento
    Il presente articolo è stato aggiornato in data 31/07/2017 inserendo nel paragrafo "Come precedere all'invio della Comunicazione Dati Fatture" il sottoparagrafo "Aggiornamento del 31/07/2017" ed inserendo il nuovo paragrafo "Come verificare lo stato di invio della comunicazione".

    Modificato da Mauro Recanatesi
  • Avatar
    Mauro Recanatesi

    Aggiornamento
    Aggiunti i quesiti 3-4 alle FAQ dell'articolo.

    Modificato da Mauro Recanatesi
  • Avatar
    Mauro Recanatesi

    Aggiornamento
    Aggiunto quesito 5 alle FAQ dell'articolo.

    Modificato da Mauro Recanatesi
  • Avatar
    Mauro Recanatesi

    Aggiornamento

    La scadenza dell'invio della Comunicazione Liquidazioni IVA - secondo trimestre rimane confermata per il 18 settembre, mentre la scadenza dell'invio della Comunicazione Dati Fatture è stata posticipata al 28 settembre.

    Modificato da Mauro Recanatesi
  • Avatar
    Mauro Recanatesi

    Aggiornamento
    Aggiunto quesito 6 alle FAQ dell'articolo.

    Modificato da Mauro Recanatesi
Powered by Zendesk